Calendario eventi

Novembre 2017
D L M M G V S
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Prossimi eventi

Nessun evento

Contributo alle conoscenze naturalistiche della Valle Oropa (Biella, Italia)

f. bottelli & p. m. giachino (eds). contributo alle conoscenze naturalistiche della valle oropa (biella, italia). memorie associazione naturalistica piemontese, vol. xi, 2009, 120 pp.

Il volume può essere richiesto al Giardino Botanico-Centro Studi di Oropa, via Sabadell 1, 13900 Biella BI, tel/fax 0152 523058, e-mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Prezzo 20,00 Euro, 50% di sconto ai soci della A.N.P.

Negli anni ‘50-60 ‘andare all’Oropa’ era, per molti Vercellesi, un appuntamento ineludibile di ogni estate, un’autentica festa anche per i bambini che, come lo scrivente, erano interessati più al divertimento del pic-nic all’aria aperta e delle corse sui prati (anche se bagnati dall’immancabile acquazzone) che agli aspetti spirituali del pellegrinaggio. Ancora oggi ricordo con affetto quei giorni trascorsi insieme agli allora giovani genitori e ai nonni, per i quali la giornata rappresentava un momento di devozione e anche uno dei pochissimi giorni di ferie concessi nell’anno dal padrone della cascina. Per questo motivo, come molti altri animati nell’età matura da passione naturalistica, sono frequentemente tornato sui monti di Oropa e con grande piacere ho accolto la pubblicazione di un volume che, direi ‘finalmente’, raccoglie alcuni importanti studi sulla natura di questa valle.

Infatti, nonostante le ricchezze faunistiche e floristiche dell’area fossero già note nel 1800 grazie alle pionieristiche campagne di raccolta e di studio portate avanti da alcuni illustri naturalisti dell’epoca (dal Conte Dejean a Vittore Ghiliani ed Eugenio Sella, solo per citarne alcuni), cui successivamente seguirono altri contributi importantissimi come quelli di Mattirolo sulla flora e di Capra e Dodero sull’entomofauna, mancavano del tutto le monografie faunistiche o floristiche specificamente dedicate al territorio di Oropa. E se consideriamo che questi monti ospitano un numero elevatissimo di organismi endemici esclusivi del settore “Biellese-Monte Rosa”, testimoni del ruolo importante di rifugio giocato da quest’area durante le acmi glaciali del Quaternario, questa era una lacuna che andava colmata.

Il volume, dopo una presentazione di Achille Casale, un inquadramento dell’area da un punto di vista morfologico e geologico (di Brunello e Stefano Maffeo), climatico (di Daniele Cat Berro e Luca Mercalli) e vegetazionale (di Luca Miserere), affronta un intricato caso tassonomico relativo a un ragno endemico alpino (Marco Isaia e Paolo Pantini) e illustra quindi i Lepidotteri diurni della valle (Maurizio Soldano), corredando la trattazione anche con numerose pregevoli illustrazioni che ne favoriscono il riconoscimento, i Coleotteri Carabidi (Fulvio e Pier Mauro Giachino) e i Coleotteri Pselafidi (Roberto Poggi). Nella parte finale del volume Fabrizio Bottelli discute gli aspetti storici delle ricerche entomologiche svolte a Oropa e Roberto Poggi presenta una biografia di Agostino Dodero, l’entomologo genovese che condusse su questi monti lunghe e approfondite campagne di raccolta, soggiornando anche per diversi anni (1922-1930) presso il Santuario. Il suo impegnoportò al censimento di circa 1.350 specie diverse di Coleotteri, un numero impressionante se si considera l’estensione limitata della valle Oropa. Dodero lasciò qui una parte della sua collezione, con una nutrita rappresentanza dei reperti raccolti in loco, e proprio un catalogo ragionato di questa collezione (a cura di Fabrizio Bottelli, Eva Calonghi, Mauro Daccordi e Pier Mauro Giachino) chiude il volume. 

Ad Agostino Dodero va dunque riconosciuto il merito di avere dedicato una parte non trascurabile della sua vita alla scoperta dei tesori entomologici di Oropa. A Fabrizio Bottelli, ai suoi collaboratori del Giardino Botanico di Oropa e del Centro Studi Naturalistici, a Pier Mauro Giachino, coeditore del volume, e a tutti gli autori che hanno curato i diversi capitoli, va il merito di avere coagulato gli sforzi per restaurare e catalogare la collezione nonché dare vita alla prima monografia sulla natura di Oropa, così come è motivo di orgoglio per l’Associazione Naturalistica Piemontese averla pubblicata nella sua collana di Memorie.

È auspicabile che la pubblicazione del volume riesca a richiamare su Oropa l’attenzione di un crescente numero di specialisti interessati allo studio di nuovi taxa e a sensibilizzare gli Enti sostenitori a garantire un adeguato supporto finanziario, al fine di permettere la prosecuzione degli studi e l’acquisizione di nuove importanti conoscenze sulla natura di questo prezioso lembo di territorio piemontese.

Gianni ALLEGRO

Iscriviti alla Newsletter

Contattaci

Segreteria Via Brigata Liguria,

9-I-16121 Genova, Italy

E-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

P.Iva/CF 80013510104