XXVI Congresso Nazionale di Entomologia

XXVI Congresso Nazionale Italiano di Entomologia Torino, 8-12 giugno 2020  


Leggi tutto...

Taxonomy of pollinators: Hoverflies (Diptera, Syrphidae) and wild bees (Hymenoptera, Apoidea)

Il Museo civico di Storia Naturale di Ferrara sta organizzando il corso Taxonomy of Pollinators,  dedicato alle api selvatiche ed ai ditteri sirfidi: entrambi i gruppi svolgono l'importantissimo ruolo di impollinatori per piante e raccolti. Inoltre, i sirfidi sono ottimi indicatori di biodiversità, che consentono di valutare la conservazione degli ecosistemi naturali e di quelli gestiti dall'uomo grazie al metodo Syrph the Net. Il corso si terrà dall'1 al 5 luglio 2019 nell'ambito di DEST - Distributed European School of Taxonomy. Il Termine per presentare domanda di...


Leggi tutto...

Master Erasmus Mundus “PlantHealth”

Master Erasmus Mundus “PlantHealth”


Leggi tutto...
012

Calendario eventi

Agosto 2019
D L M M G V S
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Prossimi eventi

Nessun evento

Checklist of the Italian spiders

Adunanza del comitato di coordinamento della sezione di entomologia agraria milano 18 settembre 2009

La prima adunanza del Comitato di Coordinamento della Sezione di Entomologia Agraria della Società Entomologica Italiana, convocata dal coordinatore prof. Pasquale Trematerra con e-mail del 31 agosto 2009, si è svolta il 18 settembre 2009, con inizio alle ore 11.00, presso il Dipartimento di Protezione dei Sistemi agroalimentare e urbano e Valorizzazione della Biodiversità (ex-Istituto di Entomologia agraria) della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Milano, via Celoria 2, con il seguente Ordine del Giorno:1. Comunicazioni;
2. Adempimenti richiesti dal Regolamento di Sezione (nomina del Vice-Coordinatore e del Segretario);
3. Questioni CUN – Macrosettori;
4. Documento del network PhD Education in Insect Science;
5. Adesione all’AISSA;
6. Disegno di Legge (DDL) Gelmini;
7. Programmazione di attività formative e di ricerca;
8. Varie ed eventuali (Pagina WEB, Logo, Convegno di Studi).Presiede la riunione il coordinatore prof. Trematerra. Sono presenti gli altri membri del Comitato di Coordinamento: prof. Alberto Alma, prof. Andrea Battisti, prof.ssa Lidia Limonta, dott. Rinaldo Nicoli Aldini, prof. Carmelo Rapisarda, dott.ssa Patrizia Sacchetti.
 
Punto 1° all’O.d.G., il prof. Trematerra riferisce che recentemente è stato inviato un documento ministeriale circa le elezioni delle commissioni giudicatrici per le procedure di valutazione comparativa per posti di professore di I e II fascia e di ricercatore universitario, di cui alla prima tornata 2008 dei concorsi. Le relative votazioni si svolgeranno in dicembre. Questo comporta l’opportunità che il Comitato e la comunità AGR/11 si riuniscano prima di tale scadenza, probabilmente in novembre, per delineare linee guida comuni e condivise da seguire nelle valutazioni, da proporre a chi sarà eletto/estratto; oltre che, naturalmente, per discutere di altri temi anche di natura organizzativa, come specificato di seguito.
 
Punto 2° all’O.d.G., dopo un breve dibattito sono designati Vice-Coordinatore il prof. Andrea Battisti e Segretario il dott. Rinaldo Nicoli Aldini. Per rendere maggiormente incisiva la Sezione in ordine al conseguimento delle sue finalità istituzionali, il Coordinatore propone di costituire in seno alla Sezione i seguenti 4 Gruppi di Lavoro (GdL), ciascuno guidato da un responsabile e da uno o più coordinatori, che si sono resi disponibili nel corso della discussione, o sono designati in base a dichiarata disponibilità. I gruppi di lavoro sono aperti a ogni forma di collaborazione esterna:GdL Didattica: prof. Alberto Alma (responsabile), prof.ssa Lidia Limonta, prof. Pietro Luciano.
GdL Ricerca: prof. Andrea Battisti (responsabile), prof. Enrico de Lillo, prof. Francesco Pennacchio.
GdL Internazionalizzazione: prof. Carmelo Rapisarda (responsabile), prof. Stefano Colazza.
GdL Divulgazione: dott.ssa Patrizia Sacchetti (responsabile), dott. Rinaldo Nicoli Aldini.
 
Punto 3° all’O.d.G., il Prof. Trematerra ricorda che in seguito alle recenti proposte e delibere del Parlamento e del Ministero, mediate dal Consiglio Universitario Nazionale (CUN), è in atto la revisione-riduzione dei macrosettori scientifico-disciplinari (SSD) e in tale processo ricade anche il settore di Entomologia generale e applicata (AGR/11). Il Coordinatore accenna alla ipotesi/prospettiva in atto di fusione tra il settore di Patologia vegetale (AGR/12) e quello di Entomologia generale e applicata per costituire un macrosettore di ‘Patologia vegetale ed Entomologia’, in cui verrebbero mantenute, sotto forma di diversi “indirizzi” le due componenti. Si tratta di un’ipotesi piuttosto avversata dai Patologi perché lo scenario politico attuale potrebbe modificarsi e tutto essere rimesso nuovamente in discussione. Gli entomologi agrari stessi d’altra parte in questa prospettiva si vedono penalizzati nella loro visibilità culturale. Si svolge una discussione sul tema e sulla necessità di formulare correttamente per il nuovo macrosettore all’orizzonte una nuova sintetica declaratoria che esprima le specifiche pertinenze degli entomologi agrari senza ridurne gli ambiti di competenza.
 
Punto 4° all’O.d.G., si discute brevemente il Documento del network PhD Education in Insect Science (inviato dal collega prof. Franco Pennacchio) che il prof. Trematerra ha diramato in precedenza ai membri del Comitato. Il documento per adesso non considera l’obiettivo di rilasciare un titolo di dottorato comune, ma ha se mai quello di favorire l’interscambio tra Università, per agevolare la mobilità degli studenti e dei docenti all’interno del Dottorato, mediante l’organizzazione di incontri nazionali con partecipazione di relatori esteri. Si sviluppa un ampio dibattito sulla situazione dei dottorati in Italia; anche di questo dovrà occuparsi il neo-costituito Gruppo di Lavoro per la Didattica.
 
Punto 5° all’O.d.G., il prof. Trematerra ricorda che è necessario formalizzare l’adesione all’AISSA mediante il pagamento di una quota associativa annuale (di circa 250 Euro). Si auspica che la Società Entomologica Italiana, che aderisce anche all’associazione che raggruppa le società italiane di carattere naturalistico e ne versa la relativa quota, si faccia carico pure del pagamento della quota della Sezione di Entomologia agraria all’AISSA. L’adesione comporta che la nostra sezione dimostri la propria attività anche attraverso l’organizzazione di Convegni (vedi 8° punto all’O.d.G.).
 
Punto 6° all’O.d.G., verte sul Disegno di Legge del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Dott.ssa Mariastella Gelmini, relativo alla riforma dell’Università. Si discute sull’attuale consistenza numerica del raggruppamento degli Entomologi AGR/11 distribuiti nelle tre fasce (Ordinari, Associati, Ricercatori), e sugli scenari futuri del medesimo e dell’Entomologia agraria universitaria nelle varie sedi italiane anche in rapporto al pensionamento già avvenuto o più o meno imminente di un certo numero di Ordinari, purtroppo in previsione non rimpiazzati da altrettante progressioni. Si riprende in esame anche il tema delle elezioni delle commissioni giudicatrici per le procedure di valutazione comparativa di cui al punto 1°, e quello dei requisiti minimi per l’accesso alle tre fasce.
 
Punto 7° all’O.d.G., il tema della programmazione di attività formative e di ricerca si intreccia piuttosto strettamente con quello di altri punti all’O.d.G. Quali ricerche per l’Entomologia generale e applicata? La tendenza attuale è rivolta alla parte applicativa e verso attività “di moda”, e in molti casi trascura l’importanza delle ricerche sistematiche e bio-ecologiche di base che invece sono tipiche del settore AGR/11. Il tema si connette e deve essere ribadito anche con la questione della formazione dei dottorandi. In proposito si sottolinea inoltre l’esigenza di favorire la mobilità dei dottorandi, anche con periodi di formazione all’estero, perché il dottorato sarà il punto di partenza per il reclutamento dei ricercatori, riconosciuto tale anche dalle normative in materia: diventa un passo obbligatorio per la carriera di ricerca.
 
Punto 8° dell’O.d.G., sono stati affrontati i tre argomenti previsti:
A) Creazione di una pagina Web per la Sezione di Entomologia agraria: dovrà essere realizzata inserendosi nel Sito Web della Società Entomologica; sarà compito del Segretario di Sezione, di concerto con il Gruppo di Lavoro per la Divulgazione e con il responsabile del sito Web della S.E.I. realizzarla e tenerla aggiornata per gli afferenti alla Sezione e per gli esterni, con particolare attenzione ai giovani.
B) Scelta di un Logo per la Sezione di Entomologia agraria: si è convenuto che venga stilato e reso noto un bando di concorso in modo tale che in occasione del primo Convegno di Sezione si sottopongano alla votazione dei soci di Sezione i lavori pervenuti e ne venga scelto uno.
C) Organizzazione di Convegni di Studi, necessari per affrontare i compiti istituzionali della Sezione e attestare anche la propria attività di fronte all’AISSA. Il primo Convegno di Studi è previsto per il febbraio del 2010, durerà 1-2 giorni e comprenderà alcune relazioni di ampio respiro su temi di interesse generale, nonché l’assemblea dei membri della Sezione.
Si auspica infine che il peso e l’incisività della Sezione di Entomologia agraria nell’ambito della Società Entomologica Italiana possano crescere anche attraverso l’incremento del numero di iscritti. Allo scopo si ritiene necessario che all’atto dell’iscrizione alla SEI, nel caso di nuovi soci, o all’atto del versamento della prossima quota annuale 2010, nel caso degli altri soci, sia possibile specificare sul bollettino di CCP, mediante opportuno spazio prestampato, l’eventuale opzione per la Sezione di Entomologia agraria.
Alle ore 17.00, non essendovi più nulla da dibattere, l’adunanza è sciolta.
 
Il Segretario di Sezione
(Rinaldo Nicoli Aldini)

Entomata, la newsletter della Società Entomologica Italiana

Coleotteri Scarabeoidea d'Italia

Contattaci

Sede legale Via Brigata Liguria,

9, 16121 Genova (Italia)

Sede operativa e Biblioteca Corso Torino,

19/4 scala A, 16121 Genova (Italia)

E-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

P.Iva/CF 80013510104